Antologie

Diversi miei racconti si possono leggere in raccolte, riviste e antologie.
“Mal di stelle”, pubblicato sulla celebre rivista Linus, Baldini&Castoldi, febbraio 2015.

“Mia moglie una volta mi ha detto che la parola “desiderio” significa lontananza dalle stelle. Io le ho riso in faccia. Lei ha insistito. Ha detto che è così proprio etimologicamente, gliel’avevano spiegato a non so che corso, di quelli che fa lei una volta all’anno. Desiderare è sentire la mancanza di qualcosa, come un uomo che è stato lontano dalle sue stelle troppo a lungo.”

“Ogni piccola cosa”, vincitore del premio Chiara Giovani 2014, pubblicato nell’antologia “Quel profumo” edita dal’associazione Amici di Piero Chiara.

“L’odore di chiuso gli sembra, adesso, il profumo più buono del mondo. Qui ristagnano tutti gli anni che lui e la Isa hanno vissuto insieme. Tra queste pareti sono stati chiusi tutti i piccoli attimi importanti. E questo è il profumo di tutte le cene che la Isa ha cucinato, del sudore nelle estati calde, delle candele alla citronella per tenere lontane le zanzare, del profumo che sua moglie si metteva la domenica per andare a messa, delle saponette nei bagni, dei vestiti chiusi negli armadi.”

“La promessa”, quinto classificato al premio Chiara Giovani 2013, pubblicato nell’antologia Premio Chiara Giovani edizione del Centenario, edita dall’associazione Amici di Piero Chiara.

“Dopo ci vergognavamo come due ladri. Non ne parlavamo nemmeno tra di noi. Stavamo seduti sul muretto di pietra affacciato sul lago, e basta. Come se quel bacio l’avessimo rubato a qualcuno.”

“La voce del silenzio”, selezionato tra i finalisti del Premio Chiara Giovani 2012, pubblicato nell’antologia “Keep in touch” edita dall’associazione Amici di Piero Chiara.

“Ed è come se questo silenzio fosse in realtà una voce, che mi parla e mi dice molte più cose di quante potrebbe contenerne un discorso fatto di suoni, vibrazioni delle corde vocali, toni alti e bassi. Qui c’è un’unica nota, tesa, e contiene tutto ciò che ha significato.”

“Fuori tempo”, secondo capitolo del romanzo collettivo “La perfezione di due note stonate”, edito da Giunti. Firmato con lo pseudonimo di Esperanza (che più che uno pseudonimo è il mio nome di battesimo, ma la sostanza è la stessa: sono sempre io).

“La caduta”, breve racconto sci-fi pubblicato sulla rivista digitale Altrisogni nr. 6 per dbooks.

Un mio brevissimo (solo 2000 battute!) racconto sci-fi compare anche nell’antologia “365 racconti sulla fine del mondo” a cura di Franco Forte per Delos Books.